Scottature: rimedi naturali per una pelle perfetta

0
719

La tintarella è un must anche per l’estate 2017. Tra amiche si fa a gara su chi abbia quella migliore e capita di prendersi delle scottature. Alcuni comprovati rimedi ridanno sollievo.

L’abbronzatura dona fascino, ma non strafate

Alle italiane piace mostrarsi in forma, specialmente durante estate, quando partono per le vacanze. La fatidica prova costume va assolutamente superata, e un bel colorito alla pelle non fa che donare ulteriore fascino. Tale la voglia di abbronzarsi in poco tempo che è possibile si faccia, in certe occasioni, il passo più lungo della gamba. Ed ecco eritemi fastidiosi, con conseguenti rimpianti per non essere state più caute. Piccoli accorgimenti e non ci sarebbe stato tutto quel bruciore.

Creme ad alta protezione, protezione immancabile

L’esposione al sole va bene, infatti, solo se utilizzate le creme solari. Se la vostra pelle è facilmente irritabile, non lesinate a comprare un prodotto con alto grado di protezione. Non c’è alcun motivo per esporvi al rischio di “bruciacchiarsi”. Le scottature comportano solo fastidi. La pelle si può irritare al punto tale da causare un eritema solare, e lì sì che son dolori. Vi potreste rovinare l’estate, non andando magari al mare o perennemente sotto l’ombrellone, senza godervi appieno le belle giornate.

Acqua, acqua e ancora acqua

I consigli ve li abbiamo dati, anche perchè scottarsi al sole causa svariati problemi, fastidiosi sintomi subito percepiti. Pelle rossa, prurito e pelle che lentamente si stacca, per un effetto anti-estetico. Per ridurre la “spellatura” pensate innanzitutto a bere molto. Al giorno andrebbero bevuti circa 2 litri d’acqua, di più però è solo che un bene. Occorrerà meno tempo prima di recuperare la forma. Premesso che idratarsi è sempre consigliato, l’acqua aiuta a recuperare più in fretta dalle scottature. Inoltre, sulla pelle ustionata subito dopo l’esposizione al sole, sarebbe opportuno fare impacchi freddi. Altrettanto importante è spalmarsi una crema idratante ed evitare di strofinare troppo la pelle con vestiti stretti o asciugamani. Nei casi peggiori fate uno scrub.

In cosa consiste lo scrub

Scrub (o scrubbing o gommage) è un trattamento estetico, che consiste nella rimozione di quello strato superficiale di cellule morte e sporcizia, che viene ad accumularsi col tempo sulla pelle. Esso favorisce pertanto l’ossigenazione dei tessuti, il rinnovamento della cute e previene il cosiddetto “incarnimento” dei peli. Il gommage si applica sempre dopo la detersione, a volte congiuntamente alla vaporizzazione della pelle, l’effetto ottimale si ottiene a pelle pulita con pori dilatati e circolazione cutanea particolarmente attiva. Il movimento (sempre circolare) del guanto di crine sulla pelle, soprattutto in zone in cui il tessuto da asportare è particolarmente coriaceo (ginocchia, gomiti), deve essere deciso e profondo. Essendo una procedura di abrasione è consigliato farlo saltuariamente e solo in zone che necessitano di tale operazione, utilizzando componenti abrasivi non eccessivamente aggressivi sulle parti delicate, vanno evitate le zone stressate. Lo scrub viso va effettuato con moderazione evitando il contorno occhi.

Views All Time
Views All Time
405
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
Loading...