“Italiane, non sposate i musulmani”… scoppiano le polemiche

Una frase durissima che rischia di seminare ulteriore odio in un periodo difficile

0
861

Una frase durissima. E discriminatoria. Che rischia di seminare ulteriore odio in un periodo di certo non semplice. “Italiane, non sposate i musulmani”, si leggeva nell’articolo uscito mercoledì su Libero, appello che non lasciava spazio a dubbi. L’autrice dell’articolo, citando il recente attentato a Londra, compiuto da Youssef Zaghba, 22enne figlio di madre italiana e padre marocchino, specificava che “la pietà ha un inizio e una fine e per noi finisce qui. Perché nella storia assomiglia troppo a quella di tante donne italiane di cui si sono infarcite le nostre cronache. Si sono innamorate di uomini islamici, si sono sposate la loro cultura e la loro fede, e per molte, troppe di loro, è iniziato il calvario…”.

Parole durissime che hanno scatenato un altrettanto dura e rabbiosa reazione da parte di tutte quelle donne di nazionalità italiana convolate a nozze con uomini di origini musulmani, e che vivono nella massima serenità il loro rapporto e il loro matrimonio. Così è partita sui social network, in particolare su Facebook e Twitter decine e decine di foto di donne sorridenti con in mano il cartello #hosposatounmusulmano, hashtag diventato immediatamente virale. Tante le foto postate per chiedere rispetto, come quelle pubblicate da Laura Silvia Battaglia, giornalista ed ideatrice della campagna, sposata da quattro anni con un uomo originario dello Yemen. “L’idea è nata su una chat con altre 24 persone – afferma la donna-, per dare una risposta civile, positiva ma necessaria. Volevamo sottolineare che in Italia ci sono tante coppie miste, con questa o altre caratteristiche.

Moltissime hanno creato famiglie felici, ci sono donne sposate da 25 anni che hanno figli o non ne hanno. Ci incontriamo nel campo comune dell’umanità. Le nostre storie non fanno notizia, si parla di noi solo quando ci sono fatti di cronaca nera. La campagna nasce per dire che ci siamo anche noi, e che in realtà ‘ho sposato un musulmano’ vuol dire ho sposato una persona. L’hashtag è diventato subito virale, superando le centinaia di condivisioni in poche ore, segno inequivocabile che erano molte le donne desiderose di lanciare un messaggio.

Views All Time
Views All Time
359
Views Today
Views Today
2

Commenta l

SHARE
Loading...